COLLEZIONE DONNA ICEBERG P/E 2020

(Milan, 20 settembre 2019) – La favola continua: il Direttore Creativo James Long celebra ancora una volta la donna, prendendo spunto dalla poesia Warning di Jenny Joseph. La collezione Primavera/Estate 2020 è all’insegna della leggerezza, accompagnata da
una grinta tutta femminile, quella di una donna che si sente perfettamente a suo agio con sé stessa.

I maxi-abiti “i” in tulle stampato vestono le sirene di ICEBERG, portandole sulla terraferma, mentre l’acqua del mare continua a luccicare sopra le scaglie opalescenti dei pantaloni rivestiti di paillettes.

Gli abiti in stile rash-guard con le maniche bianche si allungano in una morbida pinna plissettata sul davanti, oppure optano per un taglio corto, sportivo e slanciato riprendendo la sovrapposizione tra tulle e paillettes. Gli accenti gialli fluorescenti si impongono sul bianco dei capi sportivi.

Le paillettes viola piovono su giacche monopetto e slip da bagno abbinati, una felpa di raso in tinta completa l’outfit. L’abito atletico ispirato al nuoto sincronizzato vince la medaglia d’oro.

La collezione va in scena nella meravigliosa cornice dei Bagni Misteriosi, uno storico centro balneare nel cuore di Milano risalente agli anni Trenta e restaurato di recente. I modelli sfilano sulle note del dj set di Siobhan Bell, scortati dalla performance dal vivo dell’artista anglo-nigeriana Tiwa Savage, la regina dell’afrobeat, che presenta il suo nuovo singolo 49-99.

Animata da uno spirito avventuroso, la sirena grunge di ICEBERG si presenta in un pied de poule alternativo a “i”, dove due elementi (un abito monopetto classico con pantaloni a gamba stretta o un paio di bermuda e una muta da surf), un costume da bagno jacquard lavorato a maglia e gli strati di tulle diventano un’ondata di rosso, rosa e giallo, da portare con accessori coordinati. Il classico maglione cartoon di ICEBERG si insinua con nonchalance tra gli strati.

Completamente sommerso dalla metropoli, il look osa ancora di più contrapponendo pinne rosa pallido a un nero cupo, o un costume rivestito di paillettes nere a un bomber di tulle. Il make-up e l’acconciatura strizzano l’occhio alle grafiche dei progetti di Zaha Hadid.

Quando sarò vecchia mi vestirò di viola,
con un cappello rosso che non si intona e non fa per me.
E sperpererò la pensione in brandy e guanti estivi
e sandali di seta, e dirò che non ci sono soldi per il burro.
Warning di Jenny Joseph

ICEBERG COLLEZIONE UOMO PRIMAVERA-ESTATE 2020


Elogio della vita underground.
Quando la ribellione giovanile diventa fonte d’ispirazione per la moda.

(Londra, 8 giugno 2019) Per ICEBERG la stagione Primavera/Estate 2020 ha il profumo di una ribellione pacifica, dove le culture giovanili si incontrano e si uniscono in un mix di colori accesi e tinte monocromatiche.
Un racconto in cui – secondo la fantasia di James Long – i punk di King’s Road si uniscono agli Sloane e agli Hooray di Knightsbridge (sede spirituale del primo store ICEBERG londinese), ma anche ai Dark di South Kensington.

Le prime uscite sono dedicate alla collaborazione ICEBERG x Peter Blake, la capsule di “Art Denim” del brand, il cui inconfondibile tripudio di grafiche pop-art si riversa su total look composti da camicie e pantaloni, ma anche su mini abiti e maglieria semplice. Le sue opere simbolo Babe Rainbow e Amerika approdano su capi e accessori (ad esempio su un pullover tecnicamente complesso che mescola intarsi a occhio di pernice, lavorazione jacquard e ricami), insieme a cuori, arcobaleni e bersagli in stile Mod, trovando un perfetto riscontro nella linea di occhiali da sole see-now-buy-now ICEBERG x Linda Farrow.

La grintosa giacca in stile rocker con zip sulle maniche e i pantaloni bondage abbinati si aprono in corrispondenza delle lampo, rivelando un rosa talmente chiaro da sembrare quasi bianco. Per chi invece preferisce i Bauhaus o la voce suadente di Iggy che canta “I love your hair”, ci sono le proposte sartoriali in chiave sportiva tono su tono, con camicie dai colori abbinati. Oppure le tute da ginnastica nero su nero, a cui si aggiunge una rilettura chic e gender fluid del tessuto a rete sotto forma di canottiere e maxi gonne. Le cinture, le sneaker con suola Vibram, le gambe dei pantaloni, i colli e le orecchie sono impreziositi da una pioggia di catene da skater, in puro stile “Le Goth Sportif”.

L’estrema lucentezza dei completi “tonic suit” portati alla ribalta dai Mod si concretizza nelle giacche con zip argentate, nei bermuda e nei pantaloni con cordini elastici. Una caratteristica ripresa anche per una T-shirt, legata ben stretta con lo stesso metodo. Per quanto riguarda la collezione donna, orchidee colorate d’impronta punk invadono proposte dalle linee sartoriali, dove i colori primari in versione fluo spiccano decisi sullo sfondo bianco. Con una camicia semplice e una cravatta coordinata, il look femminile di stampo Mod assume subito un carattere moderno.

La collezione femminile offre outfit colour block dalle linee fluide e oversize, realizzati in raso, chiffon e crêpe, mentre quella maschile comprende joggers in cupro dall’effetto slavato e un bomber abbinato in delicato turchese. La stampa all over Looney Tunes Drip ricopre l’intera superficie di camicie easy fit, pantaloncini e felpe. La voluminosa scritta ICEBERG in rosa e argento o foglia di tè e senape offre il giusto travestimento ai guerrieri urbani in cerca della propria Terra Promessa.

Missoni affida a Gilmar la produzione di MMissoni.


A partire dalla collezione PE2019 sarà Gilmar a produrre MMissoni, linea che oggi conta un fatturato di 50 milioni e più di 700 punti vendita. Secondo Missoni – si legge nel comunicato stampa – la scelta di internalizzare la linea deriva dalla volontà di avere una più chiara differenziazione di stile e posizionamento, un più efficace coordinamento strategico nelle attività di comunicazione, l’opportunità di cogliere importanti sinergie in diversi mercati; lo sviluppo nell’offerta generale del prodotto ed in particolare l’introduzione di una linea di borse e piccola pelletteria.
I driver di crescita di questo progetto sono rappresentati dall’implementazione del retail diretto, dal lancio di un sito e-commerce, dallo sviluppo del canale wholesale e dei mercati del Far East.
Per questa operazione Missoni sceglie Gilmar come partner produttivo, in virtù della sua solida struttura produttiva, dell’ottimo livello qualitativo del prodotto e del know how nel settore della maglieria.

ICEBERG FALL-WINTER 2019 COLLECTION

Pre-fall-2019
Winter holiday nel cuore delle Alpi italiane. James Long per la PRE-FALL 2019 immagina una collezione Après Ski, 100% ICEBERG ma con un twist sofisticato: luminose paillettes scivolano sui jacquard, mentre co-ord set e capispalla contrastano con i pezzi dall’appeal più sportivo.

Snowstorm print e puzzle graphic per l’abito in twill sormontato da un classico cardigan in lana e seta abbinato alla maglia a girocollo verde acido. Double print per i piumini dai colori caldi e vivaci. Sulle piste spicca il total look in bright red targato ICEBERG: imbottito, maglione, jogging pant e accessori.

Se la collezione è ricca di outfit dedicati al tempo libero, non mancano però dei look dedicati ad i working day per donne che vogliono scalare le vette aziendali e che, anche sul posto di lavoro, non vogliono rinunciare al loro wild spirit. Tartan mini kilt punk-grunge con loghi intarsiati e sormontati da una cintura borchiata con impresso l’iconico logo ICEBERG. Tessuti tecnici per i pantaloni blu percorsi da uno slalom rosso e bianco oltre ad abiti fluidi. Il nero, alterna lucido e matt, linee sparkly e bianco ottico.

Camicie e shirt dress oversize. Gonne, pantaloni fit e monocromatici. Stampe patchwork. Il denim bandana, lucido e ricamato, è accoppiato a pull e cardigan sciallati da cui spunta l’immancabile Mickey Mouse. Jeans a vita alta e giacche che sembrano rubate dal guardaroba maschile ed un abito iper-femminile, senza spalline, sovrapposto ad una camicia rigorosa in popeline celeste.

I nuovi accessori includono un iconico stivaletto stringato, da alpinista, in maglia, ghette  in nylon, una mini tote bag in pelle di vitello ed un knitting funny pack. I colori sono POP e brillanti: verde, rosso e giallo, smorzati dal blu navy e dai sempre grafici, nero e bianco.

ICE PLAY AUTUNNO-INVERNO 2019: LA VERA ANIMA DI NEW YORK

Skyride tra i cieli di Manatthan. Si accendono L’Empire State Building, il Rockefeller Center ed i grattacieli di Midtown. Rivive il mito degli States nelle trafficate arterie di New York, mentre fasci di luce al neon illuminano il cielo notturno. Urban appeal e streestyle per la FW 2019 di ICE PLAY.
Nuove proposte grafiche per un luxury sportswear che trova forte ispirazione nelle strade delle principali metropoli internazionali, espressioni di stili e tendenze del tutto differenti.
Skinny pant, maxi short, maglieria, turtleneck, sweatshirt con cappuccio, mini dress, imbottiti, parka e giacche in faux fur. Stampe, fit e tagli dinamici. Colour mix, tocchi fluo e acid green. Maxi logo, logoed ribbon e coulisse a contrasto.
Styling iper curato e sovrapposizioni. Tessuti tecnici ed innovativi per una crew cosmopolita, cool ed irriverente che aggredisce la vita con una sequenza di high-vis outfit. Un guardaroba fluido e contemporaneo, composto da capi divertenti, intercambiabili e ricchi di dettagli.
Everyday, ICE PLAY!

VIVETTA ENTRA A FAR PARTE DEL GRUPPO GILMAR

Logo Vivetta

A partire dalla stagione A/I 2019/20

Milano, 15 ottobre – Il Gruppo Gilmar, a partire dalla stagione Autunno/Inverno 2019/20, ha siglato un accordo di licenza con il brand Vivetta per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione del ready to wear e accessori.

Il debutto avverrà con la pre-collezione A/I 2019, seguita dalla main che sfilerà il prossimo febbraio con uno show inserito nel calendario della Milano Fashion Week.

Paolo Gerani, Amministratore Delegato di Gilmar, ha affermato: “Siamo orgogliosi di iniziare questo nuovo rapporto di sviluppo internazionale e di crescita con una designer di grande personalità, che è stata capace, in pochissimo tempo, di creare un brand molto apprezzato da stampa, buyer, celebrities internazionali e clienti finali”.

Questo nuovo ingresso rafforza ulteriormente il Gruppo Gilmar, realtà totalmente a capitale italiano e nelle mani della famiglia fondatrice, che dal 1959 è specializzato nella produzione e commercializzazione di marchi di proprietà e in licenza, dal diverso posizionamento di mercato dal prêt-à-porter di lusso al “contemporary”.

Sono molto felice di aver scelto di affidarmi ad un gruppo storico come Gilmar, partner ideale per crescere commercialmente e per esplorare nuovi mercati internazionali. Questa sinergia aprirà le porte a nuovi ed importanti progetti futuri, che contribuiranno a consolidare l’immagine del brand” dice Vivetta Ponti designer di Vivetta.