News

Ci sono storie, in questo sorprendente paese che è l’Italia, che sembrano riassumere interi periodi di vita. Concentrare l’energia e il coraggio di una creatività tumultuosa. Sottolineare la capacità di inventare e intraprendere. Storie eccezionali, vissute con normalità. Giuliana Marchini aveva 15 anni e abitava a Cattolica dove il padre Luigi, dopo un periodo di dura gavetta, aveva avviato una piccola azienda di trasporti. Erano gli anni Cinquanta, momento difficile, di sacrifici veri, e il bilancio della famiglia non bastava a garantire gli studi di questa ragazza curiosa e vivace, che aveva ben chiare le idee sul suo futuro: imparare un mestiere. Come quello della sua vicina di casa, che faceva la magliaia. Un lavoro manuale ricco e sofisticato, molto complesso, che tratta un materiale vivo.

Apprendere la tecnica era semplice, ma poi come fare se il desiderio era quello dell’indipendenza e mettersi in proprio il sogno più grande? Chiedere aiuto in famiglia, il welfare italiano più sicuro. Luigi Marchini, che sa valutare i progetti e le ambizioni della figlia, non esita e con la sua firma presso il Credito Romagnolo garantisce l’acquisto della prima macchina da maglieria.

ALL’INIZIO DELL’IMPRESA
La macchina appena acquistata finisce nel soggiorno di casa e non è che la prima della serie. Arrivano anche altre ragazze a dare una mano, perché il lavoro è tanto e non conosce orari. Si comincia alle sei del mattino e si finisce la sera a mezzanotte dopo aver concluso anche l’ultima fase, che era il lavaggio delle maglie. Nella lavatrice di casa, ovviamente.

Si era sparsa la voce che c’era una giovane magliaia, che confezionava capi su misura, e non mancavano i clienti. Ma presto cominciarono ad arrivare anche i primi negozi di abbigliamento, che avevano nomi ambiziosi tipo Chic Parisien, di Rimini. Cominciava così un percorso imprenditoriale, che si sviluppa naturalmente sul passaparola dei clienti soddisfatti. La distribuzione si allarga alla Romagna e all’Emilia, quindi con l’aiuto dei rappresentanti supera i confini della regione. A questo punto si impone il salto di qualità: bisogna preparare un campionario. Non più pezzi su misura per il singolo cliente, ma una serie di capi da produrre e consegnare su vasta scala. La fantasiosa magliaia di paese diventa imprenditrice. Piccola magari, ma come aveva sempre sognato, imprenditrice.

Mar 2021

ICEBERG lancia una capsule collection in collaborazione con Kailand O. Morris

La griffe italiana di prêt-à-porter ICEBERG consolida la collaborazione con Kailand O. Morris, figlio della leggenda della musica Stevie Wonder e della stilista Kai Milla, con il lancio di una capsule collection co-designed.

ICEBERG e Kailand O. Morris uniscono le forze per esplorare la cultura e la trascendenza indossabile con una collezione che incarna l’attitudine underground e quella sportiva deluxe in chiave Hype Psychedelic. Disponibile da luglio 2021, la collezione offre un assortimento di piumini, pantaloni cargo, giacche a vento, gilet, felpe, T-shirt, berretti da baseball, calze e altro ancora, declinati in tortora chiaro, blu metallizzato, arancione acceso e varie gradazioni di bianco e nero, e impreziositi dai disegni realizzati a mano dell’artista VAMEEE.

Top
Mar 2021

COLLEZIONE DONNA CAPSULE AUTUNNO/INVERNO 2021/22

ICEBERG KNITWEAR UTOPIA

Atmosfere rarefatte, nuance pacate, texture soffici sono gli ingredienti principali della nuova ICEBERG Knitwear Utopia Capsule Collection.

Il brand celebra così il suo heritage proponendo una vasta gamma di capi tricot in colori naturali, il mood della collezione fonde la tradizione manifatturiera italiana con la necessità di ripensare la quotidianità. Maxi cardigan, cappotti avvolgenti, pull vaporosi e comode sweatshirt danno vita a un esclusivo luxury loungewear in grado di coniugare coolness e relax.

"Ho pensato a un guardaroba completo, fatto di abiti che si adattano a ogni momento della giornata, dal mattino alla sera. Indumenti pensati per una donna contemporanea attenta alla cura dei dettagli, immersa in una realtà diversa, meno caotica. Le consuete cromie pop di ICEBERG sono smussate in favore di una palette essenziale per evadere dalla realtà e per tuffarsi in un universo parallelo cucito a maglia sulla pelle " - spiega il direttore creativo James Long.

Questa capsule, prende spunto dalla collezione autunno/inverno 2020, purtroppo accantonata con lo scoppiare della pandemia di Covid-19. È da qui che prende vita questo nuovo progetto 100% maglieria, una reazione stilistica alla nuova quotidianità.

Svelata durante l'ultima edizione digitale di Milano Moda Donna, ICEBERG Knitwear Utopia racchiude i capisaldi del mondo ICEBERG, dalla logomania ai pattern grafici reinventati in chiave soft, un invito a rivedere l'agenda in favore di un'armonia scandita da più silenzi e meno rumore. Il video di presentazione enfatizza i nuovi propositi posizionando le modelle al centro di ambienti regolari dalle linee simmetriche. I set seguono il variare della palette cromatica che si snoda dalla luce bianca attraversata gradualmente da sfumature grigie fino ad deep black notturno.

Le immagini e il sound, inoltre, enfatizzano la quiete di spazi sospesi tra utopia è realtà, proprio come le celebri piazze metafisiche di Giorgio De Chirico.

Top
Mar 2021

COLLEZIONE FW21 ICEPLAY

L’ispirazione per questa collezione ha una visone ottimista, vengono ripresi gli anni più belli della ripresa economica tra gli anni ‘70 e ‘80 in cui la moda aveva un ruolo centrale in Italia e si aveva voglia di osare. Un immaginario che ci riporta alla montagna, a Cortina.

Ispirazione fortemente anni ‘70 in chiave attuale, tra cui le mitiche tute da sci che vengono riadattate in tute sporty block colour, con zip, rigature e bande laterali. Gli anni ‘70 sono anche esplorati nella loro versione evening, abbigliamento dance con silhouette a vita alta e pantaloni a zampa che slanciano la figura. I tessuti comprendono il lurex (rigato e multicolor), denim spalmato, effetti cangianti e il classico blu denim degli anni ‘70 rivisitato con impunture lurex che donano femminilità.

La maglieria, rigata, con intarsi e con il distintivo intarsio montagna; appare anche più basic con colori accesi e brillanti. Aggiungono un tocco pop le stampe sciatori. Cortina è fonte di ispirazione soprattutto nella parte grafica e nel recupero di font tridimensionali. La stampa pop (detta stampa consumismo) per eccellenza ha un risultato di forte impatto, è ricca di energia, appare su piumini, leggings, body, abiti in felpa e cropped sweaters.

La collezione vuole trasmettere positività ed energia, i colori si combinano in accostamenti sporty che includono turchese, bianco, nero e rosso / blu, bianco, senape e rosa fluo / rosa, verde petrolio + flash di verde, fluo e testa di moro. Tra i nuovi capi gli eco montoni che affiancano le eco pellicce.

Ispirazione sempre anni 70, mood Cortina. Vengono esplorate nuove possibilità cromatiche con colori neutri, arancio e azzurro polvere / rosso, bordeaux, bianco per un effetto sporty / blu, verde fluo e rosso / azzurro ghiaccio e blu navy e i neutri grigi che richiamano i paesaggi della montagna. I concetti sportivi vengono ripresi in alcuni dettagli con coulisse e ferma corda in plastica che ricordano l’abbigliamento tipico della montagna + sviluppo di patch di sapore tipico anni 70 con il logo Iceplay. Novità, sviluppo maglieria di ispirazione vintage, stampe montagna su felpe. Grafiche delle T-shirt riprendono i font delle più note marche e del boom del consumismo di quegli anni.

Pelletteria: chiusure tecniche, nylon block colour + forti personalizzazioni, chiusure a pallino e a moschettone tipiche degli anni 70, eco pelliccia su tracolle e mix di materiali che includono stampe pitone, materiali lucidi e opachi, colori solidi e righe. Sul nylon viene ripresa la stampa consumismo per dare maggiore carattere alla collezione.

Anche quest’anno collaborazione con ACBC, scarpa da tennis tipica anni 70 con logo a rombo, rosso/nero/giallo più modello whale block color, blu e rosa.

Impegno ecosostenibile:

Cotton zero x denim, non realizzato con cotone ma con fibra di cellulosa

Save the water x denim con lavaggi di acqua riciclata

Non più lavaggi con enzimi ma con laser

Alcuni piumini in eco piuma artificiale registrata per uso a temperature basse, tecnico e leggero.

Accessori comprendono: foulard jacquard, filati lucenti e pashmine, cappellini con visiera, bucket in pile e calzini.

Top
Set 2020

Ice Play debutta nel mercato cinese

Il progetto ICE PLAY non conosce confini. Il marchio contemporary di Gilmar ha appena siglato un importante accordo con Wanxuan Group per la distribuzione in Cina. La rinomata società asiatica fondata da Mr. Qiu Guodian ha sedi in Guyang, Xiamen e Shanghai. La partnership con ICE PLAY avrà inizio a partire dalle collezioni ready to wear e accessori uomo e donna primavera/estate 2021. Il deal ha durata quinquennale e ha in serbo la creazione di oltre 50 store monomarca sul territorio cinese, oltre allo sviluppo del canale wholesale e al lancio sulle principali piattaforme e-commerce. Parallelamente verrà sviluppata una strategia di comunicazione affiancata da un piano marketing che supporterà lo sviluppo del business e la brand awareness di ICE PLAY. Wanxuan Group vanta un importante portfolio clienti composto da 13 brand internazionali e ben 126 monobrand in Cina. Il successo dell'azienda è legato all'eccellente utilizzo di strategie di market planning, sviluppo dei canali di distribuzione e innovativi modelli di business. L'accordo con il nuovo partner rappresenta il primo vero sviluppo retail cinese di ICE PLAY, finora presente in Italia, Russia e progressivamente nei Paesi europei.

"ICE PLAY si identifica nello stile cosmopolita delle nuove generazioni, un pubblico post-millennial che sa riconoscere le tendenze del momento ed è sempre alla ricerca di stimoli inediti. Ringrazio Wanxuan Group per la preziosa collaborazione, il progetto di espansione in Cina conferma la crescente importanza che ICE PLAY ricopre per Gilmar", dichiara il CEO del gruppo italiano Paolo Gerani.

"Sono estremamente orgoglioso di supportare l'ingresso ufficiale del marchio ICE PLAY in Cina. La griffe incontra perfettamente le attuali richieste di mercato, ci impegniamo sin da subito a raggiungere gli obiettivi prefissati con il dott. Gerani", aggiunge Mr. Qiu Guodian, fondatore di Wanxuan Group.

"Il feeling con Mr. Qiu Guodian è stato immediato. I nostri approcci strategici combaciano e insieme svilupperemo le potenzialità di ICE PLAY sul territorio cinese", conclude Corrado Masini, Global Brands Director di Gilmar.

Top
Set 2020

Ice Play Primavera/Estate 2021 A Bigger Splash

L’odore di salsedine, la sabbia tra le dita, Il vento che scompiglia i capelli, il suono ipnotico delle onde. La collezione Spring-Summer 2021 di Ice Play racchiude tutti gli elementi iconici delle vacanze al mare. Partire per ritrovare se stessi tra elementi naturali senza tempo. Fuggire dalla quotidianità, tuffarsi in una realtà animata da nuovi stimoli, avventure inedite e risate contagiose. Una spiaggia senza fine animata da appassionati di surf ed esperti sub, immersi sott'acqua alla ricerca di meraviglie marine. Il dna del brand si accosta naturalmente ai paesaggi costieri. Le influenze street incontrano lo sportswear in un crescendo di rimandi all'oceano. Un'immersione nel mondo vibrante di Ice Play fatto di colori, pattern e grafiche dall'inconfondibile ispirazione street.

La collezione donna è un tripudio di contrasti fluo che richiamano il mondo dei coralli e la sinuosità dei pesci. Le meduse galleggiano sulle stampe all-over, i pesci diventano protagonisti di dettagli che comprendono ruches, frappe, piumette e macro-paillettes iridescenti. Le linee valorizzano le silhouette attraverso cuciture e impunture a contrasto. Il logo viene rivisitato grazie a versioni inedite, tra cui spicca la nuova versione grafica IPY. I materiali utilizzati inglobano crepe di chine e nylon cangiante affiancati da morbide felpe effetto spugna realizzate al rovescio. Le t-shirt sono decorate dalle creature degli abissi, in primis meduse multicolor. Il luminoso fondale marino trasmette una sensazione di movimento, rispecchiando perfettamente il dinamismo costante dell'acqua. La palette manifesta la filosofia 'forever young' di Ice Play: tinte fluo e colori pastello, bianco e nero grafico, azzurri piscina e il celeste del mare. Le gambe vengono valorizzate grazie alle nuove mini gonne, ai mini dress e agli shorts. Maxi zip e coulisse danno vita a fit personalizzati. Le borse di collezione rispecchiano le linee guida, completando perfettamente gli outfit.

L'universo maschile riprende la vivacità di quello femminile attingendo a una palette cromatica eclettica; l'arancio fluo si alterna a colori naturali e sabbiosi che ricordano le conchiglie, il blu è accostato al giallo neon, non mancano i contrasti grafici black & white. Il mondo subacqueo rivive attraverso lavaggi tie-dye e stampe marine di chiara ispirazione street per felpe, giubbini, camicie e l'immancabile beachwear. Il logo viene alleggerito grazie allo sviluppo verticale e, come per la donna, compare la nuova interpretazione IPY su giubbotti, zip a contrasto e pattern. I capi sportswear si contraddistinguono per contrasti di colore, grafiche lineari e termonastrature tecniche. Le zip sono il lasciapassare per gli interni colorati mentre i tira zip gommati diventano un elemento decorativo inaspettato.

Ice Play continua a sottolineare il proprio impegno green, come testimoniano i capi Denim Save the Water contraddistinti da un nuovo cartellino. I capi Zero Cotton, si compongono dal 50% di fibra lyocel e fibra naturale che deriva dal legno, favorendo così il risparmio idrico per la produzione di cotone. Il nylon utilizzato per i capispalla è invece 100% riciclato.

A completare la collezione Spring-Summer 2021 c'è la collaborazione speciale con ACBC, marchio emergente di calzature componibili grazie alle tomaie staccabili utilizzando una semplice zip. La capsule comprende due modelli, uno più basic e l'altro incentrato sugli abissi marini, fil rouge di tutta la stagione. La plastica utilizzata è riciclata da bottiglie recuperate dagli oceani, il packaging prevedere l'utilizzo di una borsa di rete.

Top
Set 2020

Iceberg Collezione Uomo Primavera/Estate 2021

Che si tratti di attraversare in jeep la savana sconfinata del Botswana o di rilassarsi ai bordi della piscina della sua villa sulla Italian Riviera, l’uomo Iceberg per la Primavera-Estate 2021 si prende cura di sé.

«È una collezione all’insegna dell’ottimismo e del piacere di stare insieme, in un epoca così incerta», spiega il Direttore Creativo James Long, che ha creato tre temi differenti: Off Duty Logo No Logo, Extreme Sports e Sport Safari.

Non ci sono precedenti per i tempi che stiamo vivendo, una situazione che ha costretto l’universo Iceberg a una interpretazione più rilassata, trovando però il modo di esprimere il proprio gusto per le sfide, grazie a sovrapposizioni innovative di tessuti tecnici e naturali, come il nylon tinto, la viscosa e la maglieria in cotone. Gli elementi più classici sono decostruiti in giacche a vento weather-proof e sottolineati da tasche esagerate. Mentre la praticità di gilet-safari viene accorpata a delle T-shirt e i parka oversize si arricchiscono di robusti accenti military, come le fibbie ultra resistenti e una serie di utility pocket.

Con un tocco nostalgico, Long recupera la stampa «Vernice Fresca», così significativa nell’immaginario del brand, per punteggiarla di elementi dell’affresco di Michelangelo La creazione di Adamo, tra i capolavori della Cappella Sistina a Roma. La grafica è stata rielaborata e attualizzata con un effetto bagnato dal tocco pop e una palette cromatica dal sapore vacanziero, tra l’azzurro cielo, il rosso e il bianco, per esplodere su completi shorts e camicia, oltre che su pullover in cotone, decorati con il dettaglio pittorico dell’incontro celestiale tra la la mano divina e quella mortale di Adamo.

«Come team creativo, ci siamo tutti impegnati nel definire chi è l’uomo Iceberg oggi, calato com’è in una realtà tanto incerta», aggiunge Long. «Volevamo evocare le atmosfere della Riviera italiana dove Iceberg ha preso vita e mescolarle con le mie radici londinesi». Una ricerca nel DNA di Iceberg, con il suo forte expertise nel mondo dello sportswear di lusso, e tradotto in una serie di lavorazioni tipiche del brand, come i sapienti giochi di inside-out delle fodere o gli intricati intarsi tridimensionali sulle felpe di cotone bianco.

In cima a una duna o lanciato a 100 nodi in mare aperto, l’uomo Iceberg resta fedele al suo stile audace, dal sapore underground che si ritrova nel knitwear sapientemente strappato, nelle tute tri-colori da motocross, nei pullover dall’animo tech, in cui il mondo sport viene reinterpretato con tocchi punk.

La pop culture si racconta attraverso i Mickey Mouse decostruiti e ripetuti su felpe e short, un tributo alla passione di Iceberg per la contaminazione del luxury sportswear. Un modo per regalare al suo pubblico un tocco di allegria in una situazione di continui cambiamenti ed evoluzioni.

Top
Gen 2020

Iceberg Collezione Donna Primavera/Estate 2021

«Mi piace essere uno spirito libero. A qualcuno la cosa non va, ma io sono fatta così»
Diana, Principessa del Galles

Per la collezione Donna Primavera/Estate 2021 di Iceberg il Direttore Creativo James Long si ispira all’eleganza sporty e rilassata della Principessa Diana, una caratteristica del suo stile che l’aveva trasformata in autentica icona di stile. Come Diana, anche il designer è nato a Althorp, nel Northamptonshire, dove la famiglia Spencer ha i suoi aristocratici possedimenti. «Volevo davvero rendere omaggio alla Principessa Diana, che mi ha sempre influenzato così tanto e che ancora oggi parla a un tipo di donna cosmopolita, sempre in viaggio tra Roma, Los Angeles e Londra e di tanto in tanto pronta a vivere l’emozione di un safari», spiega Long.

La collezione si sviluppa su quattro temi: Heritage e Sport Safari, Iceberg Losanga, Fun in Pink e Punky Grunge. Nasce dall’incredibile lavoro di gruppo portato avanti dal team creativo mentre il mondo viveva una situazione senza precedenti, con una grande attenzione alle radici del brand, specializzato in luxury knitwear, che affondano nella Riviera italiana. L’obiettivo è chiaro: definire un mondo che sia il riflesso di ciò che stiamo vivendo e architettare al contempo una nuova immagine della donna Iceberg. «Abbiamo tutti lavorato duramente, unendo le nostre forze per reinterpretate questo nuovo Italian lifestyle», aggiunge Long.

La storica stampa “Vernice Fresca”, una riproduzione pop dell’affresco Creazione di Adamo, capolavoro dipinto da Michelangelo nella Cappella Sistina di Roma, è stata rielaborata in chiave contemporanea, accentuando la vibrante palette cromatica nei toni del melone, del giallo canarino, e del verde acqua. E proposta su abiti a due pezzi e felpe, queste ultime un preciso riferimento ai look che la principessa era solita indossare quando accompagnava o andava a prendere i figli a scuola. Un ulteriore richiamo al Diana-style e al passato di Iceberg arriva dai personaggi dei fumetti, come Mickey Mouse, che dà ulteriore grinta alle felpe oversize giallo tuorlo d’uovo dalle maniche arricciate a palloncino, e ai freschi tennis top con il collo a costine, per ribadire la passione di Iceberg per la contaminazione del luxury sportswear italiano con dettagli squisitamente pop.

L’expertise di marchio in fatto di maglieria continua a crescere, sviluppando delle texture tridimensionali dall’irriverente tocco pluriball, trasformate poi in sinuosi party look o capi dagli accenti active che avvolgono la silhouette femminile. L’effetto bubble gioca anche con le stampe, permeate da dettagli snake, per evocare i paesaggi selvatici di un safari. Si moltiplicano le sovrapposizioni di tessuti tecnici e stoffe tipiche dell’estate, come un abito da sera di tulle trapuntato a rombi, o un top nero di maglia di cotone, cucito insieme a una gonna di popeline asimmetrica e arricciata. Tessuti strappati ad arte, decori in lurex, visiere, orecchini a catena e borse a tracolla nere e imbottite, completano il mood, celebrando il matrimonio tra la visione modernista e Londra-centrica di Long e il fascino di un lusso edgy, tipico del brand.

Top
Gen 2020

Ice Play Autunno-Inverno 2020

THE FUTURE OF STREEWEAR IS NOW

Il nuovo viaggio immaginario di Ice Play si sposta nello spazio andando ancora una volta a sottolineare quella voglia di evasione tipica del brand. Dalla palette più calde e i colori neutri e avvolgenti della terra e del deserto, questa stagione esalta il viaggio intergalattico per un cosmic traveller dallo spirito urban.

La galassia ha da sempre acceso l’immaginazione della cultura pop dando vita alla collezione Fall Winter 2020 di ICE PLAY, adatta ad ogni occasione del quotidiano ma arricchita da un twist futuristico. Effetti cangianti e d’argento donano tridimensionalità alla maglieria e al denim, le paillettes si tingono di verde intenso, blu e nero mentre l’argento viene esplorato a 360 gradi fino ad arrivare all’outerwear. Colori avveniristici come il bianco, il grigio e l’argento sono al centro della collezione mentre i toni più scuri come il viola, il verde intenso e il blu neon richiamano le profondità delle galassie. Di ispirazione street style il motivo spinato dei capispalla che si sposa con il contrasto dei tessuti cangianti, motivi floreali e grafiche logate. I tessuti presentano inserti di lurex, le gonne con micro-plissettature, mentre l’effetto lucido del satin in lime e ametista dona leggerezza e movimento.

I capi maschili si illuminano con lamine d’argento, riflessi cangianti e dettagli iridescenti aggiungono un tocco glamour. Finish metallici, accenni di neon e particolari ispirati allo stile space-age vengono fusi in armonia con i capi appartenenti ad un concetto di street style e allo stesso tempo casual. Il mondo sporty si inserisce con l’integrazione di dettagli tecnici tra cui zip logate, loghi inaspettati e i nuovi distintivi tirazip personalizzati in gomma con logo in alto rilievo. Ritornano il pile, l’acetato e i nylon perlati. Il nero si combina con il rosso e il bianco creando situazioni di block colour tipicamente sportivi. I look mantengono il caratteristico tocco sporty, puntando su vestibilità over tipiche degli anni ‘ 90 creando ibridi fra silhouette utility, tailoring e streetwear.

Ice Play continua il suo impegno lato sostenibilità con piumini in eco piuma che garantisce le stesse caratteristiche tecniche abbracciando il concetto “save the duck”. Un pacchetto denim che si compone di 4 pezzi uomo e donna è invece realizzato con lavaggi con acqua riciclata e sbiaditure realizzate con il laser.

Top
Gen 2020

Iceberg Pre-Collezione Autunno-Inverno 2020

(Milan, January 15th 2020) – Tailleur rosa e con stampe a fiori associati all’energia del punk e del grunge. La pre-collezione ICEBERG Autunno-Inverno 2020 è la perfetta fusione di differenti ispirazioni e influenze, mescolate dal Direttore Creativo James Long per creare un perfetto bilanciamento degli opposti.

Nuovi volumi e forme, specialmente sulle maniche, ridefiniscono il carattere della donna ICEBERG in maniera più femminile, capace di mescolare silhouettes militari a gonne in seta blu, piumini over con abiti, un tailleur rosa con un cappello da pescatore in un nuovo e sofisticato modo.Nero, verde foresta e rosa sono i colori principali della collezione, mentre le stampe all over aggiungono nuove vibrazioni ai tailleur e ai piumini, creando qualcosa di inaspettato.

La maglieria, identità di ICEBERG, è molto forte e reinterpreta alcuni dei personaggi più iconici dei Loonely Tunes come Titti e Duffy Duck in maniera moderna, attraverso un riflettente blu degradé e il verde foresta. Tutti i personaggi sono stati ridisegnati partendo dagli schizzi originali.
Le maglie con i personaggi dei cartoon vengono abbinate a parka militari e gonne. Un cappotto in jacquard rivela il un cartoon astratto in blu, mentre le stampe e il logo ICEBERG diventano trippy su un abito in maglia o un tailleur a fiori.
È un tailoring informale che si mescola allo sportswear di lusso, dove le influenze della collezione maschile sono reinterpretate in maniera femminile.
Per il secondo capitolo della ICEBERG Art Collection – una capsule all’interno della pre-collezione 2020 -, James Long ha scelto di reinterpretare le opere dell’artista inglese Eddie Peake.

Ispirate dalla tecnica pittorica multistrato di Peake, le maglie di ICEBERG diventano veri e propri pezzi d’arte dove l’artigianalità italiana si fonde con i caratteri accesi e vividi dell’artista.
La maglia Rave! Rave! Rave! è uno dei pezzi chiave di questa trasformazione, così come la felpa con il logo ICEBERG reinterpretato con l’iconico carattere “schotch” di Peake.

Le opere dell’artista sono mixate da James Long in un modo nuovo, in un vero e proprio lavoro a quattro mani per creare qualcosa di nuovo e inaspettato.

Top
Gen 2020

Collezione Donna Autunno/Inverno 2020

It takes courage to enjoy it
The hardcore and the gentle
Big time sensuality (Bjork)

Iceberg presenta la nuova collezione donna Autunno/Inverno 2020. Una luxury sport collection, con riferimenti punk e grunge. Nella nuova stagione è racchiuso tutto il mondo del brand: innanzitutto il knitwear, i piumini con losanghe, il sapiente mix&match dei tessuti, tutti quei dettagli che definiscono lo sportswear di lusso e l’immancabile omaggio al mondo cartoon.
Protagonista assoluta di questa collezione la maglieria. Un knitwear glossy, prezioso e studiato nei minimi dettagli, tecnico e tridimensionale, per un effetto trapuntato. Angora macramè, mohair con ciuffi e paillettes effetto wet su silhouette morbide e comfy. Pattern geometrici ed inclinati che giocano sulle diagonali.
I rombi delle losanghe, fermati da piccole “I” nei bomber cocoon e dei coat fittati, vengono ripresi nella maglieria e scivolano dai top alle longuette super slim. In collezione imbottiti sartoriali in nylon o ricchi di elementi che appartengono ad un guardaroba più casual, realizzati appositamente per contrapporre mondi opposti.
I nuovi shape di giacche, corsetti in maglia, pantaloni e abiti, anche asimmetrici, definiscono una nuova femminilità. Short blazer e pantaloni maschili con stampa cubes-logo. Pizzo e tulle, ricamati, mescolati e sovrapposti richiamano atmosfere più evening, da club.
I Jetsons fanno la loro comparsa sugli iconici maglioni, sempre realizzati con impunture di losanghe goffrate effetto double e maniche balloon, che riportano scritte playful e ironiche come “I need my space” e “Out of this world”.
Tessuti: gli scuba cady jacquard, materici, ricchi di lurex e gli all over bright destructured lettering, fanno brillare ogni outfit.
Il cappotto imbottito dal taglio sartoriale e la maglieria over sono realizzati con collage di materiali ispirati al lavoro del caro amico e collaboratore, l’artista inglese contemporaneo Eddie Peake.
Accessori: earmuffs in eco-pelliccia, cappelli, guanti in nylon trapuntati e lurex sock. Informal boot e puffy bag.
Space vibe. Argento e candidi bianchi galattici, contrapposti al nero e all’oro degli scatenati techno party. Verde militare e verde acido, rosso e rosa.
James Long, Direttore Creativo del brand, firma una collezione che combina le caratteristiche di uno storico marchio all Made in Italy con uno spirito tutto londinese, rendendolo sempre più contemporaneo.

Top
Set 2019

Ice Play Spring-Summer 2020

QUANDO LO STREETWEAR INCONTRA IL FASCINO DEL GREAT OUTDOOR

L’evoluzione di stile di Ice Play porta il brand alla scoperta del paesaggio naturale. Al city wanderer della collezione SS 2020 si presenta un nuovo scenario, quello del Sahara con le sue dune sinuose e una palette naturale che aggiungono un tocco raffinato al casualwear. Non mancano i colori intensi e brillanti, i rosa, i bagliori dorati e gli animalier da viaggiatori contemporanei.

L’urban appeal di Ice Play e i capi sporty sono mixati con pezzi più ricercati come gonne a portafoglio dal cut contemporaneo, dettagli neon e rifiniture con logo tape ravvivano i chinos easy-to-wear. Le silhouettes sono morbide e pulite come quelle delle dune e le grafiche ritraggono l’intensità di un ambiente selvaggio. I colori naturali del deserto incontrano anche le tonalità dell’oceano e del cielo creando un contrasto fresco e frizzante.

I capi vacation-ready includono shorts a righe con frange, camicie esotiche con stampa pitonata all-over, felpe di ispirazione anni ‘90 con stile grunge. Camicie logate stile safari, giacche leggere bicolori e pantaloni dai dettagli tecnici che rinnovano il classico look primaverile.

Una couture sportiva con un tocco giocoso caratterizzata da tre elementi chiave - colore, riferimenti alla natura selvaggia e uno stile vivace perfetto per le crew cosmopolite.

Enjoy ICE PLAY!

Top
Set 2019

Collezione Donna Iceberg P/E 2020

(Milan, 20 settembre 2019) – La favola continua: il Direttore Creativo James Long celebra ancora una volta la donna, prendendo spunto dalla poesia Warning di Jenny Joseph. La collezione Primavera/Estate 2020 è all’insegna della leggerezza, accompagnata da
una grinta tutta femminile, quella di una donna che si sente perfettamente a suo agio con sé stessa.

I maxi-abiti “i” in tulle stampato vestono le sirene di ICEBERG, portandole sulla terraferma, mentre l’acqua del mare continua a luccicare sopra le scaglie opalescenti dei pantaloni rivestiti di paillettes.

Gli abiti in stile rash-guard con le maniche bianche si allungano in una morbida pinna plissettata sul davanti, oppure optano per un taglio corto, sportivo e slanciato riprendendo la sovrapposizione tra tulle e paillettes. Gli accenti gialli fluorescenti si impongono sul bianco dei capi sportivi.

Le paillettes viola piovono su giacche monopetto e slip da bagno abbinati, una felpa di raso in tinta completa l’outfit. L’abito atletico ispirato al nuoto sincronizzato vince la medaglia d’oro.

La collezione va in scena nella meravigliosa cornice dei Bagni Misteriosi, uno storico centro balneare nel cuore di Milano risalente agli anni Trenta e restaurato di recente. I modelli sfilano sulle note del dj set di Siobhan Bell, scortati dalla performance dal vivo dell’artista anglo-nigeriana Tiwa Savage, la regina dell’afrobeat, che presenta il suo nuovo singolo 49-99.

Animata da uno spirito avventuroso, la sirena grunge di ICEBERG si presenta in un pied de poule alternativo a “i”, dove due elementi (un abito monopetto classico con pantaloni a gamba stretta o un paio di bermuda e una muta da surf), un costume da bagno jacquard lavorato a maglia e gli strati di tulle diventano un’ondata di rosso, rosa e giallo, da portare con accessori coordinati. Il classico maglione cartoon di ICEBERG si insinua con nonchalance tra gli strati.

Completamente sommerso dalla metropoli, il look osa ancora di più contrapponendo pinne rosa pallido a un nero cupo, o un costume rivestito di paillettes nere a un bomber di tulle. Il make-up e l’acconciatura strizzano l’occhio alle grafiche dei progetti di Zaha Hadid.

Quando sarò vecchia mi vestirò di viola,
con un cappello rosso che non si intona e non fa per me.
E sperpererò la pensione in brandy e guanti estivi
e sandali di seta, e dirò che non ci sono soldi per il burro.
Warning di Jenny Joseph

Top
Set 2019

Iceberg Collezione Uomo Primavera-Estate 2020

Elogio della vita underground.
Quando la ribellione giovanile diventa fonte d’ispirazione per la moda.

(Londra, 8 giugno 2019) Per ICEBERG la stagione Primavera/Estate 2020 ha il profumo di una ribellione pacifica, dove le culture giovanili si incontrano e si uniscono in un mix di colori accesi e tinte monocromatiche.
Un racconto in cui – secondo la fantasia di James Long – i punk di King’s Road si uniscono agli Sloane e agli Hooray di Knightsbridge (sede spirituale del primo store ICEBERG londinese), ma anche ai Dark di South Kensington.

Le prime uscite sono dedicate alla collaborazione ICEBERG x Peter Blake, la capsule di “Art Denim” del brand, il cui inconfondibile tripudio di grafiche pop-art si riversa su total look composti da camicie e pantaloni, ma anche su mini abiti e maglieria semplice. Le sue opere simbolo Babe Rainbow e Amerika approdano su capi e accessori (ad esempio su un pullover tecnicamente complesso che mescola intarsi a occhio di pernice, lavorazione jacquard e ricami), insieme a cuori, arcobaleni e bersagli in stile Mod, trovando un perfetto riscontro nella linea di occhiali da sole see-now-buy-now ICEBERG x Linda Farrow.

La grintosa giacca in stile rocker con zip sulle maniche e i pantaloni bondage abbinati si aprono in corrispondenza delle lampo, rivelando un rosa talmente chiaro da sembrare quasi bianco. Per chi invece preferisce i Bauhaus o la voce suadente di Iggy che canta “I love your hair”, ci sono le proposte sartoriali in chiave sportiva tono su tono, con camicie dai colori abbinati. Oppure le tute da ginnastica nero su nero, a cui si aggiunge una rilettura chic e gender fluid del tessuto a rete sotto forma di canottiere e maxi gonne. Le cinture, le sneaker con suola Vibram, le gambe dei pantaloni, i colli e le orecchie sono impreziositi da una pioggia di catene da skater, in puro stile “Le Goth Sportif”.

L’estrema lucentezza dei completi “tonic suit” portati alla ribalta dai Mod si concretizza nelle giacche con zip argentate, nei bermuda e nei pantaloni con cordini elastici. Una caratteristica ripresa anche per una T-shirt, legata ben stretta con lo stesso metodo. Per quanto riguarda la collezione donna, orchidee colorate d’impronta punk invadono proposte dalle linee sartoriali, dove i colori primari in versione fluo spiccano decisi sullo sfondo bianco. Con una camicia semplice e una cravatta coordinata, il look femminile di stampo Mod assume subito un carattere moderno.

La collezione femminile offre outfit colour block dalle linee fluide e oversize, realizzati in raso, chiffon e crêpe, mentre quella maschile comprende joggers in cupro dall’effetto slavato e un bomber abbinato in delicato turchese. La stampa all over Looney Tunes Drip ricopre l’intera superficie di camicie easy fit, pantaloncini e felpe. La voluminosa scritta ICEBERG in rosa e argento o foglia di tè e senape offre il giusto travestimento ai guerrieri urbani in cerca della propria Terra Promessa.

Top
Mar 2019

Missoni affida a Gilmar la produzione di MMissoni

A partire dalla collezione PE2019 sarà Gilmar a produrre MMissoni, linea che oggi conta un fatturato di 50 milioni e più di 700 punti vendita. Secondo Missoni – si legge nel comunicato stampa – la scelta di internalizzare la linea deriva dalla volontà di avere una più chiara differenziazione di stile e posizionamento, un più efficace coordinamento strategico nelle attività di comunicazione, l’opportunità di cogliere importanti sinergie in diversi mercati; lo sviluppo nell’offerta generale del prodotto ed in particolare l’introduzione di una linea di borse e piccola pelletteria.
I driver di crescita di questo progetto sono rappresentati dall’implementazione del retail diretto, dal lancio di un sito e-commerce, dallo sviluppo del canale wholesale e dei mercati del Far East.
Per questa operazione Missoni sceglie Gilmar come partner produttivo, in virtù della sua solida struttura produttiva, dell’ottimo livello qualitativo del prodotto e del know how nel settore della maglieria.

Top
Gen 2019

Iceberg Fall-Winter 2019 Collection

Winter holiday nel cuore delle Alpi italiane. James Long per la PRE-FALL 2019 immagina una collezione Après Ski, 100% ICEBERG ma con un twist sofisticato: luminose paillettes scivolano sui jacquard, mentre co-ord set e capispalla contrastano con i pezzi dall’appeal più sportivo.

Snowstorm print e puzzle graphic per l’abito in twill sormontato da un classico cardigan in lana e seta abbinato alla maglia a girocollo verde acido. Double print per i piumini dai colori caldi e vivaci. Sulle piste spicca il total look in bright red targato ICEBERG: imbottito, maglione, jogging pant e accessori.

Se la collezione è ricca di outfit dedicati al tempo libero, non mancano però dei look dedicati ad i working day per donne che vogliono scalare le vette aziendali e che, anche sul posto di lavoro, non vogliono rinunciare al loro wild spirit. Tartan mini kilt punk-grunge con loghi intarsiati e sormontati da una cintura borchiata con impresso l’iconico logo ICEBERG. Tessuti tecnici per i pantaloni blu percorsi da uno slalom rosso e bianco oltre ad abiti fluidi. Il nero, alterna lucido e matt, linee sparkly e bianco ottico.

Camicie e shirt dress oversize. Gonne, pantaloni fit e monocromatici. Stampe patchwork. Il denim bandana, lucido e ricamato, è accoppiato a pull e cardigan sciallati da cui spunta l’immancabile Mickey Mouse. Jeans a vita alta e giacche che sembrano rubate dal guardaroba maschile ed un abito iper-femminile, senza spalline, sovrapposto ad una camicia rigorosa in popeline celeste.

I nuovi accessori includono un iconico stivaletto stringato, da alpinista, in maglia, ghette  in nylon, una mini tote bag in pelle di vitello ed un knitting funny pack. I colori sono POP e brillanti: verde, rosso e giallo, smorzati dal blu navy e dai sempre grafici, nero e bianco.

Top
Gen 2019

Ice Play Autunno-Inverno 2019: la vera anima di New York

Skyride tra i cieli di Manatthan. Si accendono L’Empire State Building, il Rockefeller Center ed i grattacieli di Midtown. Rivive il mito degli States nelle trafficate arterie di New York, mentre fasci di luce al neon illuminano il cielo notturno. Urban appeal e streestyle per la FW 2019 di ICE PLAY.
Nuove proposte grafiche per un luxury sportswear che trova forte ispirazione nelle strade delle principali metropoli internazionali, espressioni di stili e tendenze del tutto differenti.
Skinny pant, maxi short, maglieria, turtleneck, sweatshirt con cappuccio, mini dress, imbottiti, parka e giacche in faux fur. Stampe, fit e tagli dinamici. Colour mix, tocchi fluo e acid green. Maxi logo, logoed ribbon e coulisse a contrasto.
Styling iper curato e sovrapposizioni. Tessuti tecnici ed innovativi per una crew cosmopolita, cool ed irriverente che aggredisce la vita con una sequenza di high-vis outfit. Un guardaroba fluido e contemporaneo, composto da capi divertenti, intercambiabili e ricchi di dettagli.
Everyday, ICE PLAY!

Top
Ott 2018

Vivetta entra a far parte del gruppo Gilmar

A partire dalla stagione A/I 2019/20

Milano, 15 ottobre – Il Gruppo Gilmar, a partire dalla stagione Autunno/Inverno 2019/20, ha siglato un accordo di licenza con il brand Vivetta per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione del ready to wear e accessori.

Il debutto avverrà con la pre-collezione A/I 2019, seguita dalla main che sfilerà il prossimo febbraio con uno show inserito nel calendario della Milano Fashion Week.

Paolo Gerani, Amministratore Delegato di Gilmar, ha affermato: “Siamo orgogliosi di iniziare questo nuovo rapporto di sviluppo internazionale e di crescita con una designer di grande personalità, che è stata capace, in pochissimo tempo, di creare un brand molto apprezzato da stampa, buyer, celebrities internazionali e clienti finali”.

Questo nuovo ingresso rafforza ulteriormente il Gruppo Gilmar, realtà totalmente a capitale italiano e nelle mani della famiglia fondatrice, che dal 1959 è specializzato nella produzione e commercializzazione di marchi di proprietà e in licenza, dal diverso posizionamento di mercato dal prêt-à-porter di lusso al “contemporary”.

Sono molto felice di aver scelto di affidarmi ad un gruppo storico come Gilmar, partner ideale per crescere commercialmente e per esplorare nuovi mercati internazionali. Questa sinergia aprirà le porte a nuovi ed importanti progetti futuri, che contribuiranno a consolidare l’immagine del brand” dice Vivetta Ponti designer di Vivetta.

Top
Set 2018

Iceberg Collezione Primavera-Estate 2019

(Milano, 21 Settembre) – Per un brand nato nel cuore della Motor Valley italiana, l’Emilia Romagna capitale del racing, auto e moto sono da sempre parte autentica del lifestyle di ICEBERG.

Il direttore creativo James Long reinterpreta questo mondo in un crashing di texture e tessuti. Sinuose zip e dinamiche linee spiraliformi, che rimandano ai più famosi tracciati internazionali, percorrono i colli di camicie in popeline bianco ottico. Logate car-kit skirt e full look in vernice smaltata arricchiti da patch go-faster e loghi, costruiti con pannelli in lacquered paillette, ispirati alla carrozzeria di una Jaguar nera del ’57.

La palette cromatica è influenzata dalla collezione di auto d’epoca della famiglia Gerani e da una selezione di moto vintage curata da Ruote da Sogno. Rosso Lancia, argento Porsche e verde acqua Alfa Romeo. Grafiche neon dipinte a mano trasformano in un oggetto da collezione i caschi ARAI creati appositamente per Iceberg. Gli stessi disegni sono riportati sulle glazed e glossy bag, dall’aspetto vetrificato.

Le maniche sono ricche di tagli e aperture che lasciano intravedere, come flash, il logo ICEBERG reinterpretato con font differenti. Anche i dettagli rimandano al mondo dei motori e le prese d’aria dei caschi vengono trasformate in cinture.

Sandali sport gladiator e stringati biker boot, sfrecciano per la città. I campioni ICEBERG, alla guida di auto e moto super potenti (come l’esclusiva MV Augusta 750 America del 1975 costruita per il leggendario campione del mondo italiano Giacomo Agostini), tagliano il traguardo e trionfano, salendo sul gradino più alto del podio dello stile.

Auto:

Lancia B24 (1955), Lancia Astura (1939), Fiat 500 (1963), Porsche 356 (1958), Alfa Romeo Giuletta Spring Speciale (1961).

Moto:

Laverda 750 (1971), Kawasaki 500 Mach II (1973), Ducati 250 Scrambler (1971), Norton Max (1957), Triumph 120 R Boneville (1970), Kawasaki HIB 500 (1972), MV Augusta 750 America (1975).

PRESS OFFICE

GM/PR Consulting

Via Melzi D’Eril, 29

20154 Milano

02.87214235

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SHOWROOM MILANO

Via Sant’Andrea, 21

20121, Milano

02.777191

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SHOWROOM PARIGI

Hôtel de la Salle

Rue de l’Université, 21

75007, Parigi

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Top
Giu 2018

Debutto Londinese per Iceberg | Special Guest alla London Fashion Week Mens' – 8 Giugno 2018

Iceberg apre l’edizione di giugno della London Fashion Week Men’s con una sfilata ed una street parade che toccherà alcuni dei luoghi simbolo della città, attraversando lo Strand e seguendo la curva del Tamigi, per finire in Trafalgar Square e Piccadilly Circus.

Il brand, dal 2016 affidato alla creatività all made in London di James Long, approda quindi nella capitale inglese in veste di special guest e su invito del BFC-British Fashion Council, con uno show che vuol essere un tributo all’anima POP di Iceberg e con il dichiarato intento di parlare alla next generation, oltre a tutto quello street world del quale il brand fa parte.

Long, che questa stagione gioca in casa, propone uno street happening – sull’ onda del successo, tutto milanese, dello scorso febbraio – un grande show itinerante che ha portato, sotto i riflettori della città, l’A/I 2018/19 del marchio.

In passerella 40 look co-ed: l’uomo e la donna di Iceberg, insieme, per un racconto capace di esprimere al meglio la complementarietà tra le due collezioni. La collezione menswear P/E 2019 sarà, infatti, la protagonista della trasferta londinese del brand ma lo speciale fashion show offrirà anche un’anticipazione di alcuni look della pre-collezione donna – che sarà presentata, invece, a settembre durante la fashion week di Milano.

Edgy silhouette, maglie super tecniche lavorate in 3D, football shirt e dettagli rubati al mondo delle corse. Triple printed denim e glossy knit ma anche giacche sartoriali, gonne e satin fiorito d’ispirazione “Warhol”, per un luxory sportwear cosmopolita e metropolitano. Stampe, realizzate con pochi tratti grafci, Peanuts collage e logomania tone on tone. Colori saturi ed energetici: blu, verde, giallo, rosa e rosso bandiera. Back to London per un urban catwalk, un omaggio a quel modo di intendere la moda tutto inglese. A colorful positive act of rebellion scandito dal ritmo di un unico slogan: Viva l’Italia!

Un tributo al passato e all’Iceberg più puro ma con una visione chiara di quello che sarà il futuro del brand. Tradizione italiana e London twist. Sport POP, Italo POP, technical clashes with casual. Ispirazione cartoonish e logomania, incoronate re e regina di stile, per un effetto super WOW.

Grafiche psichedeliche e mega knit. Iceberg go, go, go! James Long, Creative Director Iceberg.

Top
Mar 2018

Street Fashion Show | Collezioni PE18

Iceberg presenta le collezioni uomo e donna FW 2018/19 in un unico street fashion show aperto anche al pubblico. Un modo più immediato e contemporaneo per parlare alla next generation e a tutto quel mondo street che fa parte dell’universo Iceberg.

La collezione all Made in Italy, la cui ispirazione nasce direttamente dagli storici archivi del brand “since 1974”, reinterpretati con un twist tutto londinese, sfilerà per le vie della città con l’intento di renderle onore. James Long, Direttore Creativo di Iceberg, mette in scena il suo super colorful urban carpet tra via Sant’Andrea e Piazza XXV Aprile, passando per i luoghi simbolo di Milano: via Montenapoleone, Via Gesù, Piazza San Babila, Piazza Duomo, Piazza Castello.
Unica tappa, su invito, negli storici spazi di Il Salumaio di Montenapoleone ed un parterre di protagonisti del mondo della musica, giornalisti e influencer. Un evento non convenzionale che porta letteralmente la moda in mezzo alla gente e nel cuore della città.

Nella collezione il DNA Iceberg rivive in un’esplosione di energia e colori, nel mix&match dei tessuti, nei tagli asimmetrici, nelle patch vintage e nelle grafiche punk, dove lo storico logo la fa da padrone.

Una collezione dal forte sapore contemporaneo e urbano. Maglieria glossy, piumini con intarsi e maniche con tagli ergonomici. Pelle, rainbow lurex knitwear e jacquard. Caleidoscopici collage di key piece per un look eclettico dedicato ad una crew dalla personalità forte.

Sneaker, scuba shoe e calzature ispirate a quelle sportive con lacci a contrasto. Rigide shopper dai colori vitaminici. Immancabile l’omaggio al mondo cartoon nel 90esimo compleanno di Topolino.

Una fashion parade che attraverserà il Quadrilatero: un tributo a Milano e al luxury sportswear, – commenta James Long – In questa collezione c’è tutto il mondo ICEBERG. La maglieria, heritage del brand, sarà la protagonista assoluta della prossima FW. Un knitwear prezioso con un altissimo contenuto fashion, studiato nei minimi dettagli per garantisce un comfort assoluto.

Top
Feb 2018

Ice Play | Sassy, Fresh e Colourful Campagna ADV PE 2018

Elodie Di Patrizi e Stefano De Martino sono i volti della nuova campagna pubblicitaria Primavera/Estate di ICE PLAY.

Moda e musica.

I due artisti sono i testimonial perfetti di un connubio che trova la giusta rappresentazione nello stile unico e deciso della collezione.

Un’anima pop-street per uno sportswear di forte ispirazione urbana e contemporanea.

Scatti dinamici, una vera e propria esplosione di vitalità e colori, che rappresentano al meglio tutta l’energia del brand.

Audacemente ed intensamente ICE PLAY!

Top
Feb 2018

Iceberg | Vic Mensa e Sita Abellan sono i protagonisti della campagna ADV SS18

La musica batte nel cuore di Iceberg. Il rapper Vic Mensa – in versione “rebel angel” – e la techno princess model Sita Abellan dettano il ritmo della nuova campagna SS 18.
Un mix di ritratti scattati indoor e outdoor firmati ancora una volta dal giovanissimo fotografo americano Samuel Trotter. Un reportage costruito con close-up che alternano scatti a colori e black and white.

Una storia che vive sullo sfondo di Chicago, tra strade sconfinate e ponti sospesi. Immagini cool e street-style, tra knitwear, pantaloni, biker e giacche logate, destroyed denim e rainbow lurex.
James Long, direttore creativo del brand, traduce alla perfezione in chiave contemporanea il lavoro di Jean -Charles de Castelbajac, presentando una collezione super stylish ed eclettica.
Il risultato? Una collezione dall’estetica cosmopolita, luxury streetwear – 100% POP colorata e playful.

Top
Set 2017

Ice Play | Campagna ADV AI 2017/18 Easy, Fresh e Playful

Elodie Di Patrizi e Stefano De Martino sono i nuovi testimonial della campagna AI 2017/18 di ICE PLAY.
Moda e Arte si incontrano in un connubio perfetto che rimanda al DNA della Maison  Iceberg.
Scatti dinamici si alternano a una palette di colori vitaminici e vibranti.
Sporty attitude, pop art, tocchi animalier e Pac-Man graphic per un effetto caleidoscopio.
Un’iniezione di energia e un’esplosione di colori, per uno sportswear di forte ispirazione  urbana e contemporanea.
ICE PLAY: Cuore italiano, spirito POP e costante ricerca creativa.

Top
Dic 2016

Iceberg lancia una campagna pubblicitaria innovativa, integrata al mondo social, con Sarah Snyder e Luka Sabbat, brand ambassadors, stylists e creativi.

1 Dicembre 2016 – Dopo la presentazione della capsule collection con il prestigioso retailer newyorkese Kith di Ronnie Fieg, Iceberg prosegue il suo progetto con il lancio di una nuova campagna di comunicazione basata sul concept fearlessly creative. La nuova, rivoluzionaria, campagna pubblicitaria P/E 2017 avrà come protagonisti due top model e key influencers: Sarah Snyder, modella ed irriverente socialite, e Luka Sabbat, celebre modello, digital editor e stylist.

La campagna realizzata interamente a New York vede Sarah e Luka partecipare attivamente non solo alla creazione dei look come stylist ma scattando immagini come fotografi di se stessi. Sono proprio i talent infatti ad aver contribuito, digital camera alla mano, con i loro input alla realizzazione degli scatti, interagendo spontaneamente tra di loro, proprio come sono soliti fare nella loro vita reale e “digitale”. Questo concept ispirato all’era dei social media, diventa subito virale grazie ai post realizzati e condivisi in rete in tempo reale da Sarah e Luka durante lo shooting. La campagna includerà inoltre numerose Instagram stories che verranno condivise in rete creando per i consumatori un percorso di story telling del mondo Iceberg. Una nuova interpretazione dell’anima Iceberg: fearlessly creative.

Top
Lug 2016

Campagna Iceberg Autunno/Inverno 2016/17

I modelli Charlie Kennedy, Ewa Wladymiruk, Henry Kitcher, Jena Goldsack, and Rio Allison sono i protagonisti della Campagna Autunno/Inverno 2016/17 di Iceberg, scattata da Ben Weller in collaborazione con lo stylist Luke Day. Le influenze pop fanno da padrone, con pezzi colorati dal gusto sportivo e grafiche iconiche reinterpretate come Mickey Mouse

Top
Nov 2015

Iceberg: James Long assume la direzione creativa della linea Iceberg uomo

Milano, 13 Novembre 2015 – Gilmar annuncia che a partire dalla collezione autunno-inverno 2016/’17 James Long sarà il nuovo Direttore Creativo della linea Iceberg Uomo.

Long, stilista 34 enne inglese, vive e lavora a Londra, dove ha lanciato la sua linea di abbigliamento maschile nel 2011, caratterizzata da un approccio al design rilassato, creando uno stile che mescola provocazione, cura del dettaglio ed estrema facilità dei capi.

“L’estetica sportswear, il modo innovativo di trattare la maglieria, la passione per le stampe e l’uso dei materiali tecnici, fanno di James Long il designer giusto per la collezione Uomo Iceberg, portando avanti il DNA del brand, fatto di ricerca, artigianalità, maglieria, colore e divertimento nel pieno rispetto del Made in Italy” – afferma Paolo Gerani, AD del gruppo Gilmar.

Top
Giu 2015

Iceberg: Arthur Arbesser assume la direzione creativa della linea Iceberg donna

Milano, giugno 2015 – Gilmar annuncia che a partire dalla collezione primavera-estate 2016 Arthur Arbesser sarà’ il nuovo designer alla direzione creativa della linea Iceberg Donna.

Arbesser, stilista 33 enne di origine austriaca, ma che vive e lavora a Milano, è uno dei nomi più interessanti tra i giovani designers del panorama fashion italiano.

Il designer lancia la propria linea, vincendo nel 2013 il premio “Who’s on Next?”. A maggio 2015 arriva tra i finalisti del prestigioso LVMH-Prize e a settembre 2015 sfilerà per la prima volta con la propria linea durante Milano Moda Donna.

“Da sempre il brand si è contraddistinto per la ricerca, le nuove tendenze e lo scouting di giovani creativi. Arthur incarna al tempo stesso il DNA del brand e l’artigianalità del Made in Italy” afferma Paolo Gerani.

“Iceberg” dichiara Arthur Arbesser “significa colore, grafica, qualità e ironia, tratti distintivi che ho sempre ricercato e che condivido. Sono onorato di continuare la bellissima storia di questo iconico brand italiano, che ormai prosegue da più di 40 anni.”

Il primo appuntamento per Arthur Arbesser sarà dunque la prossima sfilata Iceberg donna, a settembre.

Top
Gen 2015

Iceberg campagna pubblicitaria SS15 – Downtown Gallery

“DOWNTOWN GALLERY”

Downtown Gallery è la nuova campagna pubblicitaria di Iceberg: 22 Polaroids, scattate da Olivier Zahm, per celebrare i 40 anni del brand e la sua storia da sempre vicina al mondo dell’arte.

Protagonisti 12 volti di New York Downtown che indossano capi della collezione primavera-estate 2015 e capi storici, vere e proprie opere d’arte provenienti dall’archivio del marchio.

Nel 1974 nasce il marchio Iceberg grazie a Jean-Charles de Castelbajac, primo e storico designer del brand.

Ha dichiarato Paolo Gerani, Ceo del gruppo Gilmar: “Downtown Gallery è la nuova campagna di comunicazione del brand in omaggio alla mia famiglia e a Jean-Charles de Castelbajac, interpretata da Olivier Zahm direttore e fondatore di Purple. Olivier ha saputo interpretare, in modo intelligente, lo storico dialogo tra il brand Iceberg e il mondo della cultura e dell’arte, come fece per primo il grande Oliviero Toscani nella campagna de I Contemporanei (1980-86) con una galleria di personaggi tra i quali Andy Warhol, Vivienne Westwood, Franco Moschino, Ettore Sottsass, Elio Fiorucci, e successivamente con Steven Meisel e le campagne Gente di oggi (1993 – 1996) con Farrah Fawcett, Sofia Coppola, Iggy Pop e Isabella Rosselini”.

Olivier Zahm ha voluto dare seguito a queste storiche campagne di comunicazione proseguendo il dialogo con il mondo della creatività e dell’arte. “Siamo andati diritti alla fonte, Downtown New York, città che alle sue origini aveva ispirato il designer fondatore Jean-Charles de Castelbajac collaborando con Andy Warhol e la sua Factory. Abbiamo così deciso di fotografare alcuni capi vintage degli anni ’70 insieme alla nuova collezione primavera-estate 2015 raccontando così i 40 anni della storia del marchio grazie a volti iconici della New York di oggi” racconta Olivier Zahm.

Ispirandosi alle polaroid degli anni ’70 di Andy Warhol, Zahm ha utilizzato una vecchia Mamiya Press Universal per scattare i ritratti di 12 personaggi, tra emergenti e icone storiche del mondo della musica, dell’arte, della fotografia e dello spettacolo. Così Zahm ha ritratto, oltre a se stesso, il musicista Donald Cumming insieme alla compagna, l’attrice Georgia Ford, il giornalista e scrittore Glenn O’Brien, la leggendaria fondatrice dei Sonic Youth Kim Gordon, l’artista Olaf Breuning, Stella Schnabel, la fotografa Sandy Kim, l’artista Rita Ackermann, la giornalista Karley Sciortino, il rapper e performance artist Mykki Blanco, la pittrice Jeanette Hayes.

Ciascun personaggio è diventato anche protagonista di un breve girato in cui viene filmato in silenzio proprio come Andy Warhol usava fare nei suoi celebri Screen Test.

Il risultato, “Downtown Gallery”, è una campagna senza tempo che esprime al meglio la contemporaneità del marchio e il suo legame con il mondo della creatività, da sempre segno distintivo di Iceberg.

CREDITS

Photography: Olivier Zahm, Gianni Oprandi

Art Direction: Olivier Zahm, Gianni Oprandi

Styling: Caroline Gaimari

Video: Julien Carlier & Aurelien Heilbronn

Hair: Jimmy Paul c/o Susan Price

Make-up: Kristin Gallegos c/o The Wall Group

Top
Ott 2014

Gilmar presenta Gilmar Box

Corrispettivo virtuale di una realtà in costante espansione, l’outlet online di Gilmar propone un vasto assortimento delle passate collezioni uomo e donna Iceberg e Ice Iceberg, marchi di proprietà, e dei designer distribuiti dal gruppo, N°21, Frankie Morello e Brooksfield.

Dal prêt-à-porter di alta gamma alle linee giovani, l’ampia scelta di prodotti e la qualità di un servizio accurato e dedicato rende l’esperienza d’acquisto su Gilmar Box unica ed esclusiva.

Sempre seguendo un percorso di crescita in termini di stile, tecnologia e comunicazione il fashion outlet online GILMAR BOX ha una struttura user-friendly che garantisce una navigazione multi-device e che facilita la condivisione sui social network.

Scopri Gilmar Box http://www.gilmarbox.com/it/

Top
Dic 2013

2013 Dic

Viaggiatore, come è prerogativa degli isolani, incline al collage culturale perché figlio di una terra nella quale le influenze si sono stratificate nei secoli, fondendosi in un patrimonio aspro e composito, Fausto Puglisi, siciliano di Messina, inizia la propria carriera negli USA. Sono la passione per l’immagine e il gusto per il rigore della sartoria, uniti al desiderio di mettersi alla prova con sprezzo delle difficoltà, a portarlo oltreoceano, forte solo di entusiasmo e studi classici. A New York il suo lavoro è apprezzato e fotografato da stylist e image-maker. In breve tempo, entra in un circolo virtuoso: crea costumi per celebritiy quali Jennifer Lopez e Whitney Houston; Sarah Stewart compra la collezione – pochi separates decisi – per lo store Maxfield di Los Angeles. Altri seguono, ma la svolta avviene altrove: in Italia, nel 2010, quando Domenico Dolce e Stefano Gabbana lo coinvolgono nell’innovativo progetto Spiga 2.

L’esposizione nel concept store milanese dà l’abbrivio: nasce una maison fatta di erotismo ed energia, massimalista con una asciuttezza minimal, minimalista con un frisson maximal. Il lavoro sartoriale produce attenzione mediatica: mentre da Milano crea abiti per donne vere, Fausto Puglisi frequenta i territori globali dello showbiz. Immagina i costumi per Nicki Minaj e M.I.A per l’halftime show di Madonna al Super Bowl del 2012, ad esempio. Nello stesso anno è nominato direttore artistico della maison Ungaro: debutta in passerella a Parigi a Marzo 2013. A Ottobre 2013 sfila per la prima volta in calendario a Milano con la collezione che porta il suo nome.

Apollineo e dionisiaco, eccesso e purezza si incontrano in un baccanale grafico nel lavoro di Fausto Puglisi. Il suo stile fonde elementi opposti in un’armonia carica di tensione: l’ornato barocco e il ritmo inesorabile dell’optical; il sex appeal carnale e la ritrosia castigata; eroismo e polvere di stelle; severità e sfrontatezza. Onnivoro, Puglisi insegue un ideale di bellezza come carattere, senza tempo e senza età, sintetizzando pulsioni opposte in un segno incisivo.

Fausto Puglisi ama le iperboli perchè rifiuta i compromessi. E’ il tocco secco, maschile a far detonare la femminilità, in un cortocircuito nel quale l’elettricità sessuale non esclude l’aplomb assoluto. “Moda come desiderio” è il suo messaggio: patinato, viscerale.

Top
Dic 2013

2013 Dicembre

GILMAR SIGLA UN NUOVO ACCORDO DI LICENZA PER LA COLLEZIONE UOMO PAOLO PECORA

Il Gruppo Gilmar e Paolo Pecora annunciano di avere siglato un accordo di licenza in esclusiva per tutto il mondo per la produzione e distribuzione della collezione uomo firmata Paolo Pecora.

La collaborazione tra le due aziende, simbolicamente rappresenta “l’unione” di due eccellenze nell’ambito della produzione di capi in maglieria, dove innovazione, qualità e ricerca sono il comune denominatore nell’approccio creativo di entrambe le aziende.
Marketing, merchandising e un’attenta organizzazione produttiva sono competenze che aggiungono un focus internazionale al progetto.

La nuova collezione sarà venduta a partire dalla stagione autunno/inverno 2014-2015 nelle showroom Gilmar, da agenti e distributori qualificati, e sarà presentata il prossimo gennaio durante Pitti Immagine Uomo.

Paolo Gerani, Amministratore Delegato di Gilmar afferma: “Siamo orgogliosi di iniziare questo nuovo rapporto di sviluppo internazionale di un brand che seguiamo da tempo per la sua grande abilità nell’interpretare in modo contemporaneo il guardaroba maschile.”
Paolo Pecora ha detto: “Per un marchio come il nostro, nato attorno alla lavorazione dei filati, questo accordo coincide con l’inizio di un nuovo ed importante processo evolutivo”. “Gilmar, infatti,” – continua il patron del brand – “è una delle realtà italiane del settore moda meglio strutturate, in grado di offrire ai suoi partner tutto il supporto, sia in termini di know how che tecnologico, necessario per innovare i processi ed elevare la qualità del loro prodotto.”

Top
Dic 2013

Iceberg e Mantero Seta siglano nuovo accordo di licenza

Iceberg e Mantero Seta hanno firmato un accordo di licenza che impegnerà l’azienda lariana nella produzione e nella distribuzione esclusiva worldwide delle collezioni donna di accessori tessili Iceberg.

La collaborazione inizierà con la collezione Iceberg Donna Autunno/ Inverno 2014/2015.
Innovazione e tradizione si incontrano in un momento di forte slancio creativo che caratterizza le nuove collezioni Iceberg e coinvolge la solida esperienza qualitativa propria di Mantero Seta.

La competenza nella maglieria e perizia della lavorazione della seta stringono una alleanza che rafforza il valore del “Made in Italy” con l’obiettivo di raggiungere i diversi scenari internazionali e di coprire le richieste dei mercati emergenti.

Mantero è un’azienda famigliare fondata a Como nel 1902 da Riccardo Mantero. Con oltre un secolo di storia alle spalle e quattro generazioni che si sono succedute al comando, è oggi un’azienda moderna, integrata, dalla solida struttura manageriale, leader indiscusso nella creazione, produzione e distribuzione di tessuti e accessori tessili, maschili e femminili.

Distribuisce i prodotti in licenza attraverso le proprie filiali all’estero e una rete capillare di agenti e distributori.

Top
Nov 2013

Nasce la collezione uomo n°21, il nuovo progetto maschile, disegnato da Alessandro Dell’Acqua.

Milan, 7th November 2013

Prodotta e distribuita da Gilmar, la collezione uomo è l’evoluzione naturale del mondo di N°21, con codici di stile ben definiti.

N°21 Uomo sarà composta da 21 look, quelli che secondo Alessandro Dell’Acqua rappresentano il guardaroba maschile perfetto.
N°21 Uomo seguirà gran parte dei canali distributivi attualmente coperti dalle collezioni donna, con l’obiettivo iniziale di raggiungere i più importanti multi brand store in Europa, America, Asia, Medio Oriente, oltre ai migliori e-commerce.

“Sono entusiasta – afferma Alessandro Dell’Acqua fondatore e Direttore Creativo di N°21 – del nuovo progetto maschile N°21, un passo fondamentale per la crescita e lo sviluppo del mio brand”.

Top
Set 2013

Iceberg: Alexis Martial assume la direzione creativa della linea Iceberg donna

Milano, 20 settembre 2013

Il 2014 di Iceberg si annuncia come un anno importante, un punto di svolta in un momento di profondo cambiamento dell’intero “fashion system”, un riposizionamento di prodotto e di immagine in tutti i mercati internazionali.

40 anni dalla fondazione, una nuova direzione nella storia del marchio: un nuovo stilista per la linea donna primavera-estate 2014 – Alexis Martial giovane designer parigino con una solida esperienza acquisita presso Alexander McQueen, Givenchy e Paco Rabanne – e la supervisione di tutti i progetti affidata completamente a Paolo Gerani, CEO di Gilmar Group.

Iceberg, creato nel 1974 da Jean Charles de Castelbajac e Giuliana Marchini Gerani è un marchio con una grande tradizione, fortemente orientato a uno sportswear di lusso.

Proprio la maglieria fu protagonista della straordinaria strategia di comunicazione nata dalla campagna di Oliviero Toscani “I Contemporanei”, in cui personaggi del mondo dell’arte, della creatività e dello sport indossavano le collezioni nate dagli esperimenti ispirati alla pop art condotti da Jean Charles de Castelbajac insieme ai fondatori Giuliana Marchini Gerani e suo marito Silvano.

“Niente nostalgia, piuttosto la volontà di procedere con lo stesso spirito sulla contemporaneità, sul suo immaginario e soprattutto con la velocità, la freschezza e insieme la ricchezza made in Italy”, ha dichiarato Alexis Martial.

Oggi. 20 settembre 2013, Alexis Martial firma in qualità di direttore creativo la sua prima collezione Iceberg donna primavera-estate 2014.

Top
Giu 2013

Federico Curradi direttore creativo di Iceberg uomo

Milano, 23 giugno 2013

Gilmar affida a Federico Curradi la direzione creativa della
linea Iceberg Uomo a partire dalla stagione primavera-estate 2014.

“Sono estremamente onorato di assumere l’incarico di Direttore Creativo del marchio
Iceberg e di lavorare per una delle aziende leader del panorama moda internazionale. Il
mio obiettivo sarà quello di reinterpretare il ricco DNA storico del marchio Iceberg, che
fu tra i primi al mondo a proporre al mercato collezioni pensate per il week-end.
Lavorerò a fianco del CEO Paolo Gerani” afferma Federico Curradi.

Paolo Gerani, Amministratore Delegato di Gilmar, ha dichiarato: “E’ un momento
importante, di grande cambiamento per la nostra Azienda che per la prima volta nella
sua storia nomina una Direzione Creativa alla guida del marchio. C’è grande affinità tra
me e Federico Curradi”.

Federico Curradi, 37 anni fiorentino, ha maturato esperienze presso importanti maison
quali Ermanno Scervino e Roberto Cavalli utilizzando al meglio la sapienza artigiana e
l’aggressività del marketing americano.

Top
Apr 2013

“Breaking The Ice – Iceberg by Yi Zhou ” Una capsule Collection creata da Yi Zhou x Iceberg

Iceberg – marchio di proprietà del gruppo Gilmar – lancerà a partire da fine giugno una capsule collection “Breaking the Ice – Iceberg by Yi Zhou” disegnata dalla giovane e talentuosa artista cinese Yi Zhou che avrà la direzione creativa del progetto italiano.

L’idea è nata dall’incontro tra Yi Zhou e Paolo Gerani, direttore artistico del marchio Iceberg: il talento creativo della giovane cinese al servizio della qualità, artigianalità e know-how del Made in Italy. Non più, e non solo, Cina come capitale della manifattura low-cost, ma come esempio di creatività nel design.

Yi Zhou ha scelto Iceberg per produrre una capsule collection che prenderà spunto dalla sua eccentrica visione di artista e dalla sua infanzia trascorsa in Italia, che le ha permesso di apprezzare e di rimanere positivamente influenzata dall’eleganza italiana.

“Breaking the Ice – Iceberg by Yi Zhou” sarà una collezione formata da capi sportswear uomo e donna, iconica, innovativa, nel rispetto del DNA del marchio, che fu tra gli inventori dello sportswear nel mondo.

La capsule collection di Iceberg firmata da Yi Zhou sarà presentata per la prima volta ad Hong Kong durante un evento multimediale.

Paolo Gerani, Direttore Artistico e Amministratore Delegato di Gilmar afferma: “Yi Zhou è una donna dal gusto contemporaneo, effervescente e dalla sensibilità europea. L’idea nasce dalla volontà di invertire la tendenza in atto di vedere il continente Cinese solo come una gigantesca macchina produttiva. La Cina può essere tanto altro: intelligenza, sensibilità e buon gusto messi al servizio del Made in Italy.

E’ la prova che il pensiero, l’ idea, l’ ispirazione possono essere apolidi e che la nostra industria così radicata al territorio può permettersi di parlare qualunque linguaggio creativo e costruttivo ”.

Yi Zhou ha detto ” Come artista cinese sono molto felice e onorata di essere stata scelta come direttore creativo firmando una capsule collection di un brand del lusso italiano. Il progetto rappresenta una novita’ nella mia vita in quanto mi sono formata come artista multimediale, ora la sfida e’ di espandermi nel ruolo di designer. E’ la prima volta che una cinese si trova a concepire una collezione intera, dai capi di abbigliamento agli accessori coordinati fino all’installazione/evento finale e agli allestimenti vetrina di tutti i negozi Iceberg, Un progetto a 360 gradi, una vera opportunità per me e per gli artisti cinesi di nuova generazione.”

Top
Gen 2012

2012

Nella tradizione di Gilmar c’è anche la scoperta di nuovi talenti e la produzione di linee importanti come Marc by Marc Jacobs e Giambattista Valli e, dalla primavera/ estate 2013, anche N°21, disegnata da Alessandro Dell’Acqua, che ha firmato una licenza quinquennale. Nel 1999 debutta Frankie Morello, nome beffardo e di fantasia, che sigla la collezione di Maurizio Modica e Pierfrancesco Gigliotti. Con la primavera/estate 2004 si aggiunge anche la linea donna, distribuita da Gilmar a partire dal 2005.
In questi anni di scouting da parte del Gruppo, entra in casa Gilmar anche Brooksfield, un marchio che negli anni Ottanta rappresentò quello stile anglo-americano, che ebbe un’eco mondiale rappresentando un genere di vita libero attraverso un guardaroba formale, ma anche sportivo.

Top
Gen 2006

2006

Così, riflettendo sulla strategia che portò al lancio di Iceberg, con la collezione autunno/inverno 2006-2007, fa il suo esordio Ice Iceberg, per parlare alle ultime generazioni.

Top
Gen 1985

1985

Una crescita che è anche edilizia, mattone su mattone. Comincia nella villetta di famiglia, a due piani, diventata un laboratorio. Invasa dalle macchine per maglieria dove i pullover si mescolano ai giocattoli e le camere dei due figli che intanto sono arrivati, Patrizia e Paolo, diventano magazzini. Dietro alla casa viene allora costruito un capannone, ma presto anche quello non è più sufficiente. Si poteva ampliare, ma per le regole dettate dal piano regolatore era possibile soltanto dopo aver demolito lo stabile precedente. Quella casetta costruita in 40 anni di duro lavoro che papà Luigi, pur soffrendo, accetta di demolire. Perché ha capito che era indispensabile per favorire lo sviluppo dell’azienda. Così impetuoso che nel 1985 darà origine al polo industriale di San Giovanni in Marignano, dove ha sede la piattaforma logistica e produttiva.
LA FABBRICA DELLA MODA
Bisognerebbe vederla, questa imponente struttura, sintesi felice di tradizione e tecnologia, in una specie di sublimazione dell’artigianalità. Perché gli input ai computer della modellistica, del piazzamento e sviluppo taglie, della grafica e dei ricami per i quali Gilmar è famosa, vengono sempre dall’uomo ed esprimono la sua insostituibile creatività. In questi 45.000 metri quadri sono concentrati la mente e il cuore della Gilmar, gli uffici stile e la prototipia, il controllo qualità e il reparto spedizioni. Il magazzino clienti è in grado di ospitare, con ordine e sistematicità, fino a 250.000 capi, in quella che viene chiamata “la giostra”, dove sostegni metallici e strutture mobili movimentano i capi. Una soluzione proposta da Silvano Gerani, che l’aveva vista in Germania, in uno stabilimento della Volkswagen. Se trasporta parti di auto con tanta precisione, perché non provare se il metodo funziona anche con i vestiti? E Silvano Gerani, che si è sempre occupato dell’organizzazione aziendale, dell’espansione immobiliare e della direzione produttiva, la fa installare in quello stabilimento, che con un’équipe di tecnici interni ha ideato per rispondere alle mille esigenze del lavoro, vivendo con serenità.

Top
Gen 1974

1974

MARCHI CHE FANNO TENDENZA

Nel 1974 nasce Iceberg: trend allo stato puro, dinamismo, uno spirito pop che rispecchia quella pop art americana di cui i Gerani sono collezionisti. In questi quasi 40 anni di vita, Iceberg ha costruito intorno a sé un mondo, che si è ampliato e diversificato grazie a un’attenta strategia di brand extension: dagli orologi alle calzature, dal childrenwear all’homewear fino al beverage. Ideato per rispondere ai mutamenti del gusto in una società che era stata rivoluzionata dal ’68, Iceberg è diventato il punto di forza di un’azienda che, ancora oggi completamente in mano alla famiglia fondatrice, ha velocità di reazione e grande autonomia di scelta. Silvano Gerani è il presidente in carica. Paolo, come amministratore delegato, alla guida operativa. Giuliana e Patrizia sono attive nel consiglio di amministrazione e dove si sviluppa la creatività aziendale.

Top
Gen 1964

1964

Nel 1964 a Cattolica, in via Mancini viene inaugurato il primo monomarca dall’insegna Boutique Luciano, che vende soltanto prodotti con il marchio Gilmar. Sono queste intuizioni a contribuire alla crescita dell’azienda.

Top
Gen 1959

1959

GLI ANNI DEL BOOM

È il 1959 quando nell’albo delle imprese artigiane viene iscritta la ditta Gilmar: un acronimo che comprende le iniziali di Giuliana Marchini. Capitale ripartito in parti uguali, tre soci, Giuliana, suo fratello Luciano e suo marito, Silvano Gerani.

Top

TOP